Eventi

cineprof3Un anno ricco di attività, il 2019, in tema di sostenibilità ambientale per l’Istituto Trafelli; dal modulo Pon “Conoscere i prodotti della terra e lo stato di salute delle acque del litorale di Nettuno del progetto Pon FSE Conosciamo il nostro territorio, agli incontri con Legambiente sull’inquinamento aereo, alla realizzazione di una unità di apprendimento (UDA) sulle Energie Rinnovabili fino alla grande partecipazione, circa 300 studenti, nel mese di novembre, alla visione gratuita del docufilm “Antropocene” – di Jennifer Baichwal, Edward Burtynsky attraverso il progetto CINEPROF promosso da ANEC Lazio, la Scuola d’Arte Cinematografica “Gian Maria Volontè”, Agiscuola e ANEC Puglia, finanziato con il contributo del MIUR. Il Cineforum ha avvicinato i giovani alle istanze proprie di una cittadinanza attiva, inclusiva e partecipativa, attraverso l’approfondimento con la sceneggiatrice Sig.ra Valentina Innocenti, il regista di documentari naturalistici Sig. Angelo Marotta e il noto documentarista italiano degli anni ’90 Sig. Ugo Adilardi.

Altrettanto stimolanti sono stati due incontri di approfondimento tenuti nell’Istituto con l’esperto cinematografico Dott. Enrico Azzano, direttore editoriale di Quinlan.it, che ha avuto come obiettivo non solo quello di educare i professionisti del domani, ma anche i futuri spettatori dello “Slow film” attraverso  informazioni utili sul docufilm  Antropocene e sul linguaggio cinematrografico.

Per l’anno in corso, prossima attività non meno interessante, sarà l’attuazione del progetto Differenziamoci, che vedrà docenti e alunni cimentarsi nella realizzazione di contenitori atti al differenziazione, seguito da una serie di attività informative e formative sull’importanza, la consapevolezza civica e la realizzazione della differenziazione dei rifiuti, il partneriato con l’IIS Giordano Bruno di Budrio per la realizzazione di un progetto finanziato dal PNSD incentrato sul tema della sostenibilità ambientale.

 

cineprof2     cineprof1

L’ITIS Trafelli non distoglie il suo sguardo dall’orizzonte dell’educazione alla Cittadinanza e alla Costituzione anche durante le attività del Progetto di Orientamento. Per gli studenti delle classi quinte, dopo aver organizzato l’incontro con don Antonio Coluccia, la dirigente scolastica, prof.ssa Alessandra Savarese, ha continuato ad insistere promuovendo per il giorno successivo, il 18 dicembre un intervento orientativo invitando i referenti dell’Istituto per Ispettori della Polizia di Stato di Nettuno, il Vice direttore dott.  Mario Robertini e il Vice questore dott.ssa Rosanna Pellino.

Il Progetto di Orientamento in uscita, nell’ottica delle indicazioni europee, risponde alla necessità di educare gli studenti a porsi nella prospettiva del life long learning e quindi a mettersi nella condizione di cogliere le opportunità formative e professionali come ad esempio quelle offerte dalla Polizia di Stato, una grande realtà della Pubblica Amministrazione.

Durante l’incontro i rappresentanti della Polizia di Stato hanno parlato di legalità,del ruolo delle forze dell’ordine, della peculiarità della Polizia di Stato, del rispetto delle regole, ma anche delle diverse professionalità che si celano sotto la divisa, dei molteplici reparti specifici nonché delle opportunità di carriera, dei titoli di laurea spendibili nella Polizia di Stato ma anche dei percorsi da frequentare come, per l’appunto, la Scuola per Ispettori.

Gli studenti del Trafelli si sono dimostrati molto interessati alle tematiche trattate e non hanno mancato di porgere al vicedirettore e al vicequestore numerose e pertinenti domande.

Il Progetto orientamento dell’ITIS prevede altre iniziative in tal senso, infatti la professoressa Burrini, funzione strumentale al Piano dell’offerta formativa, ha già predisposto per il mese di gennaio un incontro con i referenti istituzionali della Marina militare.

buone feste2

La comunità educante del Trafelli Augura Buone Feste a tutti.

incontraIlCarcereSi è svolto oggi all’Istituto Trafelli un incontro particolarmente intenso come ' avvio ufficiale ' del progetto " La scuola incontra il carcere" alla presenza della Dirigente scolastica prof.ssa Alessandra Savarese, delle docenti Stefania Albarella, Ylenia Burrini, Annamaria Fedrizzi, delle classi 4bl, 5al, 5cl e dei volontari dell’associazione Vol.a.re che hanno fornito necessarie ed illuminanti informazioni circa il ruolo del volontari nella vita dell'istituzione carceraria.

Il presidente dell’associazione Vol.a.re  (Volontari Assistenza reclusi) Sig. Carlo Condorelli e le volontarie che affiancheranno le classi, Ivana D'amore e Lorena De Conti hanno portato la loro testimonianza; la prof.ssa S. Albarella volontaria anch'essa, ha introdotto il seminario.

Il progetto mira a far conoscere la realtà del carcere e dell’esclusione sociale, a far riflettere sul tema della legalità attraverso varie attività: incontri e testimonianze di detenuti e detenute, incontri con gli operatori carcerari (educatori, insegnanti, operatori volontari, agenti di Polizia Penitenziaria).

IMG 20191216 WA0003Temi diversi sono stati oggetto dell’incontro che si è tenuto il giorno 3/12/2019 presso l’Istituto Trafelli tra rappresentanti delle Ferrovie dello Stato, alcune studentesse dell’istituto e le alunne in uscita dal primo ciclo d’istruzione di diversi istituti comprensivi del territorio. Orientamento, pari opportunità, competenze richieste dal mondo del lavoro sono state le tematiche trattate in particolare con le alunne chiamate quest’anno a compiere  la  scelta   per   la  scuola   superiore.

L’incontro rientra nel progetto  W.I.M. “WOMEN IN MOTION” e ha lo scopo di sostenere l’istruzione tecnica delle donne per avviarle nel settore professionale di riferimento.

L’obiettivo che si vuole raggiungere è quello di far conoscere il mondo delle Ferrovie dello Stato raccontato

dalle “ROLE MODEL”, donne, mentor, che svolgono nella quotidianità mansioni tecniche e di staff con ruoli amministrativi e tecnici come: capotreno, capostazione, capocantiere, architetto, ingegnere meccanico, economiste.

Accompagnate dalle studentesse dell’Istituto Trafelli le alunne in uscita dal primo ciclo hanno seguito il percorso proposto dalla dott.ssa Raia delle FFSS e sono rimaste affascinate dalle prospettive indicate dalle role model.

 

IMG 20191216 WA0001     IMG 20191216 WA0002     IMG 20191216 WA0004