PON Azione di Pubblicità

shapingeuropeanchitizenship01

Con le settimane dal 27 novembre al 17 dicembre 2019 si è chiuso il progetto finanziato dal Fondo sociale Europeo“ShapingEuropeanCitizenship”,che ha coinvolto oltre 30 studenti del triennio dell’Istituto Trafelli, finalizzato al Potenziamento della Cittadinanza Europea e alla costruzione dell’identità Europea(PON FSE avviso 3504). Il progetto è stato articolato in due moduli ciascuno di 30 ore, propedeutici rispettivamente ad un percorso di approfondimento linguistico con metodologia CLIL e ad una esperienza di mobilità transnazionale.

Nella mobilità transnazionale, a Glasgow in Scozia, gli studenti hanno partecipato ad un corso di inglese (livello B2) di 60 ore presso la scuola Gisoel School.

Gli studenti nei fine settimana sono stati impegnati in visite d’istruzione presso luoghi di interesse culturale, come: la città di Glasgow con la sua prestigiosa Università, i mercati di Natale in George Square, i castelli di Edimburgo e Stirling, il Museo della Scienza e il Planetario, il Museo dei Trasporti, la Galleria d’Arte Kelvingrovee,  il Museo Nazionale della Scozia, in cui hanno sperimentato einteragito con molti strumenti, mettendo in pratica le loro conoscenze scientifiche e acquisendone nuove.Inoltre la visita ad una distilleria ha svelato i processi  che portano alla produzione del famoso whisky scozzese. Hanno potuto anche respirare l’atmosfera goliardica degli scozzesi, partecipando alle danze Ceilidh.  Alcuni di loro  hanno  preso parte alla tifoseria di Glasgow in una partita di calcio.

Il pomeriggio, al rientro dalla scuola, gli studenti hanno comunque studiato e svolto regolarmente i compiti assegnati in Italia, grazie a lezioni multimediali e materiale didattico online.                     shapingeuropeanchitizenship02

Questa ed altre attività internazionali vanta l’Istituto Trafelli  come il Progetto PON FSE“Shaping Europe by workingtogether” (Avviso 3781) che ha permesso ai nostri studenti di vivere una esperienza di alternanza scuola lavoro in Inghilterra della durata di 90 ore e i progetti Erasmus + di partenariati tra scuole per lo scambio di best practise “Labour Integration in Europe”e  “Lifelong Math” , tutti di recente conclusione.

Anche in questo anno scolastico continua la sfida dell’internazionalizzazione.  

Con i nuovi progetti Erasmus+ “CLIL is an objective” e “ Democracy Matters” si sta promuovendo da un lato la qualificazione professionale dei docenti al fine di introdurre la metodologia CLIL in tutte le classi dei vari indirizzi di studio, dall’altro si sta offrendo ad un gruppo di 20 studenti la possibilità di vivere l’esperienza della mobilità all’estero con la frequenza per una settimana  delle attività didattiche in una scuola partner nel contesto di un percorso formativo sui Diritti Umani.

Ma il plurilinguismo al Trafelli è promosso anche attraverso interventi interni alla scuola, come ad esempio i gemellaggi elettronici e-twinning, i corsi per la Certificazione linguistica, annualmente realizzati con docenti madrelingua Inglese, i nuovi progetti di ampliamento dell’offerta formativa in lingua straniera. Non meno importante è l’opportunità di formazione linguistica offerta dall’istituzione scolastica all’utenza esterna con il prossimo avvio del modulo “Learning by listening&speaking” nell’ambito del progetto PON FSE “Percorsi per Adulti “ avviso 2165  destinato a inoccupati e disoccupati del territorio.

AvvioAvviso3504Il Dirigente Scolastico, prof. Carlo Eufemi, ha dato il via al progetto PON FSE di Potenziamento della Cittadinanza Europea ( avviso 3504) dal titolo “Shaping european citizenship” finalizzato alla costruzione dell'identità europea.

Il progetto è articolato in due moduli, ciascuno di 30 ore, propedeutici ad un percorso di approfondimento linguistico con metodologia CLIL  e ad una esperienza di mobilità transazionale.

La partecipazione ai moduli, è stata riservata agli alunni delle classi III e IV di tutti gli indirizzi di studio dell’Istituto, ed è volta alpotenziamento della cittadinanza Europea attraverso la conoscenza, la consapevolezza e la riflessione intorno all’idea di Unione Europea.con l’attivazione di percorsi formativi di scambio e mobilità all’estero, finalizzati allo  sviluppo delle competenze socialie civili ed al rafforzamento delle competenze linguistiche.

L’attività formativa sarà volta a sviluppare i seguenti obiettivi specifici: 

  • sviluppare una dimensione transnazionale del processo di apprendimento;
  • acquisire le competenze linguistiche relative al livello B1 della lingua inglese;
  • ampliare gli orizzonti culturali per la costruzione di una identità personale ed europea;
  • potenziare le competenze trasversali per sentirsi cittadini europei pienamente integrati;
  • ricevere opportunità di crescita personale, attraverso processi di consapevolezza dei punti di forza e del riconoscimento delle attitudini individuali.

mangiareSanoeSostenibile01Il giorno 15 maggio si conclude il modulo sul potenziamento delle abilità di base della lingua madre dal titolo "Mangiamo sano e sostenibile", nell'ambito del progetto PON FSE "CONOSCIAMO IL NOSTRO TERRITORIO". Il corso è stato frequentato da 20 alunni del biennio del Liceo e dell'Itis per 30 ore, i quali coordinati dalla Prof.ssa Votta Elisabetta in qualità di esperto e dal tutor Prof. Chirci hanno sperimentato una didattica laboratoriale che ha portato alla realizzazione di un opuscolo con articoli prodotti dopo aver raccolto ed elaborato informazioni riguardanti l'alimentazione degli adolescenti e delle famiglie del territorio.

Gli obiettivi del modulo erano i seguenti:
1. far acquisire consapevolezza su cosa e come mangiamo
2. prevenire il disagio giovanile
3. far acquisire competenze di cittadinanza in merito alla sostenibilità
4. migliorare la capacità di esposizione scritta nella lingua madre

Alla fine del percorso possiamo ritenerci soddisfatti.

mangiareSanoeSostenibile02mangiareSanoeSostenibile03

mangiareSanoeSostenibile000

locandinaNell’ambito del Progetto PON FSE “Conosciamo il nostro territorio”, si è conclusa la prima parte del modulo di scienze relativa allo “Stato di salute delle acque del litorale di Nettuno”.

Ventuno alunni frequentanti le classi del biennio ITIS e Liceo sono stati formati sulle metodologie e sulle azioni da intraprendere per il monitoraggio dello stato di salute delle acque marine. Nella fase iniziale sono state svolte esercitazioni dimostrative sulle operazioni riguardanti le basilari tecniche di laboratorio per eseguire lavori in asepsi, preparazione di terreni di coltura essenziali per la crescita e conta batterica della flora presente nelle acque del mare, la tecnica delle membrane filtranti ed altro. In seguito, i ragazzi, dopo aver effettuato, con il prof. Rotondo diversi prelievi di campioni d’acqua del litorale, hanno eseguito in laboratorio, sotto la guida dei prof Chirci e Annarumi, tutte le procedure tecniche, previste dalla normativa vigente, per determinare, in ogni campione, la conta dei coliformi totali, fecali ed enterobatteri con le relative prove di conferma. I risultati sperimentali sono stati oggetto di elaborazione ed è stata  realizzata una mappatura cartografica dello stato d’inquinamento del litorale; è stato prodotto un filmato per documentare i momenti più importanti delle attività.

ozio_gallery_jgallery